EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Blog

Approfondimenti su strumenti, software e tecniche usate nel campo degli arrangiamenti e della produzione musicale.

Come potenziare il suono di una batteria registrata con Logic X

POTENZIARE IL SUONO DI UNA BATTERIA REGISTRATA CON LOGIC X

Vi è mai capitato di ascoltare un brano e di non riuscire a capire se sta suonando un batterista vero o una batteria elettronica?

Scommetto di si..
A volte si ha la sensazione di avere di fronte a noi un suono definito, sempre uguale in tutti i colpi, tipico di una “drum machine” ma con un’ interpretazione del tutto umana.
In molti casi questo è dovuto ad una buona programmazione. Un programmatore esperto infatti riesce a far sembrare vera anche una batteria campionata.
Esistono ottime librerie di suoni, come ad esempio la Steven Slate che permette di accordare la pelle dei tamburi, di modificare i microfoni ambientali, di scegliere il tipo di fusto più adatto per quel set.. e via dicendo.

In altri casi invece un set campionato interagisce con una parte suonata dal vivo, come può essere ad esempio la registrazione del charleston o dei tom.
Si programmano cassa e rullante al computer con una drum machine e si fa suonare il resto dal batterista.

Questo perchè per avere una buona resa è necessario avere un suono di cassa e rullante sempre molto definiti, mentre il charleston, che è l’elemento che dà il ritmo e gli accenti può essere (anzi talvolta è meglio) suonato dal vivo.
Questa combinazione può creare effetti molto particolari, come in questo brano di Bruno Mars ascoltatelo!.
E’ un po’ come fondere stili differenti, molto interessante.

Un terzo modo di creare una sonorità particolare è quella di potenziare il suono della ritmica con dei suoni finti, campionati.
Vediamo come farlo con Logic X .

Logic X potenziare il suono di una batteria vera 1

Una volta registrata la batteria vera, andremo a “triggerare” un suono alla volta.

Partiamo dalla cassa, selezioniamo la traccia e dal menù “Track” selezioneremo la funzione “Replace or Double Drum Track..”.
A questo punto si aprirà un piccolo pannello di controllo dove ci viene chiesto di impostare la “threshold”, ovvero la soglia dal quale un colpo di batteria diventa una “nota” midi.
Più è alto questo valore più Logic interpreterà qualsiasi rumore come una nota da suonare. Solitamente non va spostato più di tanto questo valore in quanto già di default il programma riesce a interpretare bene la traccia analizzata.

Si tratta infatti di creare una traccia midi parallela dove per ogni colpo suonato verrà creata una “nota midi” da associare poi a qualsiasi suono di batteria che vogliamo.

Sempre in questo pannello di controllo ci verrà chiesto se sostituire o aggiungere il suono campionato alla batteria reale.
Nel caso volessimo potenziare il suono che già di base ci piace andremo a selezionare la modalità “doubling”, viceversa per sostituirlo con un suono campionato andremo a cliccare la modalità “replacement”.
Inoltre ci viene chiesto quale suono aggiungere, (snare, kick, tom e così via), in questo caso sarà “kick”.

Logic X come potenziare il suono di una batteria vera

Una volta settati bene i parametri richiesti logic creerà una traccia parallela (traccia verde nella figura in alto) posizionata proprio sotto alla traccia “triggerata”.

Sarà semplice a questo punto cambiarne il suono (dalla libreria a sinistra), cambiarne il volume rispetto alla cassa vera, comprimerle con lo stesso compressore (ad esempio associandole entrambi a un bus unico).

Insomma è possibile gestire la registrazione audio come fosse una traccia midi, quindi con tutti i vantaggi di un suono elettronico.

La stessa cosa andrà fatta poi anche per rullante, tom e altri elementi.
Personalmente uso spesso questa modalità, mi serve per avere un suono più particolare e “radiofonico”.
Ho registrato dei video tutorial proprio su questo argomento. Se sei interessato puoi guardarli nel Corso di Produzione Musicale .

Ciao,
a presto..

Lorenzo Sebastiani